DA SYNLAB IL BALUARDO IL NUOVO SERVIZIO DI NEUROAURICOLOTERAPIA

La Neuroauricoloterapia è un metodo di agopuntura auricolare messa a punto dal dott. David Alimi, neurologo e neurochirurgo, docente dell’Università di Parigi, esperto in Medicina Cinese, il quale nel corso della sua attività medica ha verificato, con l’aiuto della Risonanza Magnetica Funzionale, una precisa corrispondenza tra i punti del padiglione auricolare e il Sistema Nervoso. Secondo la Neuroauricoloterapia l’orecchio si configura come  schermo tattile attraverso il quale risulta possibile inviare messaggi al Sistema Nervoso centrale e periferico, il quale, adeguatamente sollecitato, mette in atto un processo riparativo volto a migliorare le condizioni di salute del paziente, potendo  risolvere la patologia o quantomeno controllare i sintomi.   Attraverso l’applicazione di aghi di agopuntura, o di uno stimolo termico come l’azoto liquido,  l’orecchio viene stimolato in punti precisi e tra loro ben coordinati, e ripetendo alcune volte il trattamento, l’agopuntore è in grado di curare moltissime patologie, tra cui le piu’ frequenti sono le problematiche muscolo-scheletriche, cervicalgie, dorsalgie, lombalgie, l’artrosi e l’osteoporosi in generale, le periartriti, l’artrite reumatoide, le tendiniti, la fibromialgia; le problematiche dell’equilibrio,  dalle vertigini all’instabilità posturale;,le problematiche neurologiche, in primis la cefalea e l’emicrania, ma anche l’arterite di Horton e le neuropatie in generale, dal tunnel carpale alla nevralgia del trigemino, alle sequele dell’Herpes Zoster alla sciatalgia; puo’ costituire un valido aiuto nel controllo dei sintomi parkinsoniani o nelle sindromi cerebellari e nelle sequele dell’ictus cerebrale; trova applicazione nelle allergie respiratorie, nelle patologie pneumologiche e ORL come l’asma,le sinusiti, l’iposmia, gli acufeni; cura le patologie uroginecologiche, le cistiti, l’incontinenza urinaria, la sindrome menopausale, l’endometriosi, i dolori pelvici e l’ipofertilità; la Neuroauricoloterapia puo’ risolvere patologie dermatologiche come la psoriasi, l’acne, il prurito senile; è di aiuto nelle patologie gastrointestinali come il reflusso gastroesofageo, la gastrite, le colopatie, la stipsi; in modo particolare è efficacissima nel dolore da emorroidi; cura i disturbi del comportamento alimentare e la dipendenza da nicotina; inoltre migliora i disturbi visivi in generale; la Neuroauricoloterapia è attiva anche sui disturbi d’ansia e sull’insonnia. L’azione clinica di questa tecnica medica è resa possibile attraverso l’eccitazione dei nervi cranici che raggiungono l’orecchio, ossia il Trigemino, il Faciale, il Glossofaringeo, il Vago e il Plesso Cervicale Superficiale; tutti questi nervi hanno la caratteristica di condurre l’impulso nervoso sia in direzione centripeta che centrifuga, per cui lo stimolo che arriva all’orecchio raggiunge contemporaneamente anche la Formazione Reticolare, un reticolo di smistamento fondamentale degli impulsi nervosi, che di lì raggiunge ogni parte del Cervello. Nello studio dell’embriologia possiamo osservare che lo sviluppo dell’orecchio è correlato al Sistema Nervoso e certamente questa relazione costituisce un punto chiave nel rendere possibile l’enorme efficacia della terapia auricolare, i cui sviluppi, anche nella ricerca neurologica, si presume possano essere moltissimi e fecondi.